Photogalleryinfo@gammaimpianti.com+39 0114502031

I filtri a cartucce hanno  dimostrato la loro  assoluta superiorità in moltissimi campi di applicazione.

filtro a cartucce depolveratore fumi polveri esalazioni
29 giugno 2016

I gruppi filtranti a cartucce  sono progettati per l’abbattimento a secco di fumi, polveri e scorie con granulometria fine e media derivanti da varie tipologie di lavorazioni industriali e professionali.

L’applicazione di questi filtri nella vostra azienda garantisce la qualità dell’aria dell’ambiente di produzione e la protezione di chi lavora presso Aziende il cui processo produttivo genera polveri di qualsiasi natura ma con granulometria fine e con medio-basse concentrazioni :

  • Carpenterie o in genere lavorazioni meccaniche dei metalli, delle materie plastiche, del legno, della gomma e del legno
  • Trattamenti superficiali o di unione come  smerigliatura, levigatura e carteggiatura
  • Saldatura e Puntatura
  • Taglio Termico di metalli o altri materiali con laser/plasma/ossitaglio
  • Finitura dei Metalli, Pulitura Metalli, Sbavatura,
  • Sabbiatura o metallizzazione
  • Lucidatura, Affilatura Utensili, Tornitura e Fresatura a secco
  • Riciclaggio
  • Lavorazione Polimeri-Plastica
  • Verniciatura a polvere
  • Nautica

Costruzione
Il gruppo filtrante  a cartucce è realizzato in moduli composti da pannelli autoportanti costruiti in robusta lamiera zincata di prima scelta lavorati con punzonatrice a controllo numerico e pressopiegati con piegatrice a 6 assi computerizzata. Tutti i pannelli sono guarniti con sigillanti siliconici ed imbullonati tra loro con bulloni ad alta resistenza.

Il modulo centrale principale del filtro contiene il vero cuore filtrante della macchina: le cartucce e il serbatoio.
Le cartucce filtranti sono normalmente costruite in tessuto filtrante in poliestere antistatico realizzato mediante procedimento spunbonded che consente di non avere nessuna variazione sulla permeabilità all’aria permettendo una migliore efficienza di filtrazione ed un’elevata stabilità. La conducibilità elettrica superficiale di questo tipo di tessuto filtrante è ottenuta mediante l’applicazione di polveri di alluminio creando un supporto che garantisce un’ottima porosità al tessuto. Questo tipo di trattamento rappresenta la soluzione per tutte le applicazioni che necessitano l’eliminazione delle cariche elettriche che si creano sulle polveri da filtrare e quindi sulla media filtrante.
Le cartucce presentano una guarnizione in gomma con appositi ganci e vengono collegate al piano cartucce con bulloni in acciaio.

La pulizia automatica avviene in controlavaggio di aria compressa con un ciclo completamente automatizzato.

Il sistema è composto da uno o più serbatoi  di accumulo ad alta efficienza,  in acciaio collaudato e certificato e di valvole a membrana fissate rigidamente al serbatoi dal quale attingono, senza praticamente perdite di carico, l’aria compressa necessaria per il getto di pulizia.
Le valvole sono in alluminio pressofuso anodizzato (l’anodizzazione è un’ottima protezione contro le aggressioni ambientali), la viteria è totalmente in acciaio inox e la membrana, in gomma speciale telata, è ad altissima resistenza meccanica.

La pulizia pneumatica viene gestiata da una speciale elettrovalvola a 3 vie temporizzata con timer ciclico, impostabile con tempi regolabili ( normalmente 60-180 secondi) che attiva la valvola pneumatica.
Il timer ciclico multitensione viene utilizzato montato direttamente sulla bobina dell’elettrovalvola e va alimentato con la tensione prescelta.

Facile manutenzione :  sul corpo filtro viene realizzata una porta di accesso alle cartucce per pulizia e manutenzione, costituita da un pannello pressopiegato che va a chiudere  grazie ad appositi pomelli di fissaggio che garantiscono una buona tenuta.

Prefiltrazione naturale con flusso aria rallentato.  Nella parte posteriore del modulo principale, viene realizzata la camera di calma in cui si immette l’aria inquinata e dove, per la concezione usata nella costruzione del plenum, l’aria perde velocità e la polvere in sospensione precipita nella zona inferiore concentrandosi nel cassetto/i, mentre l’aria aspirata con la polvere residua sale verso l’aspiratore attraversando le maniche filtranti che la filtrano.

I bidoni di raccolta realizzati in lamiera zincata calandrata con ganci di fissaggio alla tramoggia, maniglia e guarnizione di tenuta.

Bibliografie o riferimenti esterni

Wikipedia  : filtrazione a cartucccia

Photogallery