info@gammaimpianti.com+39 0114502031

Come intervenire sul rischio chimico con le pareti aspiranti per verniciatura

Pareti aspiranti e cabine per verniciatura e polveri
30 maggio 2016

Le pareti aspiranti per verniciatura sono sistemi di filtrazione a secco, che assorbono le particelle di overspray in sospensione nell’aria, evitando che vengano respirate dagli operatori.

I composti organici volatili sono presenti in numerose tinte, vernici e solventi industriali. Quando vengono rilasciati nell’aria producono elementi inquinanti facilmente respirabili dall’operatore, che se assorbiti dai polmoni, possono avere effetti immediati e collaterali anche molto gravi.

Stiamo parlando nello specifico dei  SOV oppure COV, tipi di inquinanti particolarmente pericolosi che richiedono sistemi di filtrazione con carboni, prima che possano raggiungere la zona di respirazione dell’operatore.

Come ridurre al minimo il  rischio chimico sanitario utilizzando  le pareti aspiranti per verniciatura

 

Le pareti aspiranti per verniciatura o cabine di verniciatura a secco sono conformate come un armadio aspirante che può essere facilmente posizionato davanti alla zona di lavoro, con conseguenti grandi vantaggi logistici e operativi.

Pareti aspiranti e cabine per verniciatura e polveri

Sono progettate per l’aspirazione di inquinanti aeriformi come esalazioni, fumi o polveri generate  da lavorazioni su grosse superfici.

Gli inquinanti vengono aspirati frontalmente dalla parete cabina e a seconda della versione vengono convogliati agli stadi di filtrazione attraversando delle doghe verticali contrapposte (fumi e polveri) oppure un pannello filtrante Andreae (verniciatura a liquido) .

L’aria aspirata attraversa quindi i filtri montati posteriormente e poi viene convogliata all’elettroventilatore, per essere espulsa verso l’esterno.

Costruzione

Le pareti aspiranti per verniciatura o cabine a secco sono realizzate in pannelli di robusta lamiera zincata di prima scelta, lavorati con punzonatrice a controllo numerico e pressopiegati con piegatrice a 6 assi computerizzata.
Tutti i pannelli sono guarniti con sigillanti siliconici ed imbullonati tra loro con bulloni ad alta resistenza, viti auto perforanti, rivetti, inserti filettati ecc. a seconda della necessità che richiede il montaggio e l’utilizzo.

Nella parte interna della struttura sono contenuti:

  • ventilatore ad alto rendimento con girante a pale rovesce, costruito in acciaio al carbonio e verniciato viene fornito direttamente accoppiato al motore trifase, con girante a pale rovesce accuratamente equilibrata staticamente e dinamicamente per risultare esente da vibrazioni, garantendo una durata maggiore ai cuscinetti a sfera del motore. Viene normalmente  posizionato nella parte superiore della cabina, appoggiato sulla stessa con un raccordo girevole e staffa di sostegno, è stato studiato appositamente per il tipo di impiego richiesto in grado di garantire la portata e la prevalenza adeguata a supportare anche una linea di scarico adeguata per Mt 7/12 al massimo che risulta dalla nostra esperienza essere una lunghezza utilizzata nel 95% degli impianti di aspirazione. Viene montato superiormente e scarica l’aria aspirata orizzontalmente, può essere ruotato a 360° a seconda delle necessità di impiego.
  • diversi stadi di filtrazione, progettati a seconda della tipologia di lavoro e di inquinante, con efficienze finali mai inferiori al 98%.