PhotogalleryVideoinfo@gammaimpianti.com+39 0114502031

parete aspirante fumi lucidatrice a colonna
30 marzo 2019

L’impianto di aspirazione industriale centralizzato misto fumi e polveri da lavorazioni metalliche rappresenta una delle situazioni tipo che il nostro ufficio tecnico si è trovato a risolvere durante gli anni di esperienza negli impianti di aspirazione industriali.

Le difficoltà progettuali stanno proprio nel  fatto che sia necessario aspirare e depurare un mix composto da fumi e polveri, provenienti da diverse lavorazioni come la saldatura, la smerigliatura e la lucidatura; è quindi necessario analizzare punto per punto tutte le lavorazioni che effettua il cliente durante il proprio processo produttivo e per ognuna di esse valutare :

  1. tipologia di captazione degli inquinanti: ad esempio con braccio aspirante per i fumi di saldatura o con banco aspirante per fumi e polveri di  molatura
  2. portata aria necessaria per ogni diverso punto di aspirazione: anche questo parametro cambia e di molto a seconda del tipo di apparecchiatura utilizzata, circa 1200/1500 mc/h per i bracci, 2500/3000 mc/h per i banchi da 1,5mt di lunghezza e 4/5000 mc/h per le pareti davanti alle postazioni di lucidatura.
  3. tecniche di lavorazione: materie prime e materiali consumabili utilizzati dagli operatori perchè possono influire molto modificando la composizione dei fumi e delle polveri aspirate, con conseguente necessità particolari di filtrazione
  4. frequenza di utilizzo dei vari punti dell’impianto di aspirazione: in pratica la contemporaneità di lavoro lungo la linea, in modo da dimensionare correttamente il ventilatore di aspirazione dell’impianto centralizzato
  5. infine è necessario valutare i limiti di emissione in atmosfera che normalmente non devono superare i 10mg/mc per questa tipologia di impianto di aspirazione

Aree di saldatura

Per queste linee il problema viene risolto utilizzando  bracci aspiranti autoportanticon fissaggio a parete e completi di prolunga che permette una rotazione di 360° del braccio partendo da una distanza di 3mt dal muro, in questo modo l’operatore riesce a posizionare facilmente la cappa nel punto di migliore aspirazione dei fumi prodotti.

Lucidatrici a colonna

Questa lavorazione produce polveri fini a bassa granulometria ed elevata volatilità, oltre che i classici residui metallici che cadono a terra. Per aspirare le polveri pericolose per l’operatore viene posta una parete cabina davanti alla lavorazione in modo da sfruttare la dinamica degli utensili in rotazione.

Molatura smerigliatura manuale

Se i particolari sono di piccola e media dimensione (il piano può essere lungo fino a 3mt) la migliore soluzione per proteggere l’operatore è quella di aspirare direttamente dal piano e dal frontale come si vede nel video, in questo modo le polveri non vengono aerodisperse in ambiente.

Questo è possibile utilizzando un banco aspirante per fumi e polveri, collegato all’impianto di aspirazione oppure in versione indipendente, dotato di ventilatore e filtri a bordo.

Aspirazione e filtrazione degli inquinanti, dove viene realizzata?

La caratteristica dell’impianto di aspirazione industriale centralizzato è proprio quella di convogliare tutti i diversi inquinanti pericolosi (fumi, polveri, esalazioni.. ) in un unico depuratore industriale solitamente posizionato all’esterno del fabbricato, se possibile in prossimità di ventilatore e camino di emissione in atmosfera, in modo da razionalizzare gli spazi disponibili e semplificare le operazioni di manutenzione.

Il depuratore utilizzato è un filtro a cartucce in poliestere antistatico idro oleo repellente specificatamente utilizzato in caso di fumi e polveri da lavorazioni metalliche miste.

La durata nel tempo delle cartucce filtranti viene garantita da un sistema di pulizia automatica in contro lavaggio di aria compressa completamente automatizzato.

Quadro comando certificato industria 4.0 per il massimo delle performance tecniche ed ..amministrative!

Infine ma non di secondaria importanza, tutti i parametri vitali dell’impianto di aspirazione, gli allarmi e soprattutto il controllo dei giri automatico in funzione dell’effettivo utilizzo sono gestiti da un quadro elettrico certificato industria 4.0, con enormi vantaggi manutentivi e permettendo al cliente di iper-ammortizzare l’investimento al 290% per tutti il 2019.

 

Photogallery


Video


molatura su banco aspirante

aspirazione fumo saldatura